21/09/09

NOCERA UMBRA, LA CITTA' FANTASMA: L'AQUILA SARA' COSI' NEL 2021 ?

SCONCERTANTE E PER CERTI VERSI TRISTEMENTE RIVELATRICE LA SITUAZIONE GIA' DA NOI RICORDATA (IN UN NOSTRO VIDEO) DEL CENTRO STORICO DI NOCERA UMBRA A DODICI ANNI (SI, 12 !!) DAL TERREMOTO DEL 1997.
E SE L'AQUILA FOSSE ANCORA COSI' NEL 2021 ?
DRAMMATICO.....
A parte il tono pazzerello della "giornalista", ben poco adatto ad una situazione che resta drammatica, pensando che la comunità che qui abitava si è ormai da tempo dispersa, e non esiste più come tale !

1 commento:

essezeta ha detto...

il tono pazzerello secondo me c'azzecca eccome, direbbe il buon Tonino Di pietro. E' il nostro modo di raccontare quello che vediamo: quando la comprensione supera ogni logica.
Il centro storico di Nocera Umbra era vissuto già nel 2007 al 50%. Ovvero la metà delle case erano di residenti "del fine settimana" per lo più romani. Altre famiglie,dopo 12 anni, hanno preferito continuare la propria vita oltre le mura del centro di Nocera. Tuttoggi sarebbero diverse le persone a cui è stata data una casa ultimata nel centro (i alvori sono ripartiti da qualche mese) ma nonostante questo non rientrano. E' quanto ci è stato detto da alcuni dei residenti che sono tornati in centro (tra i quali il primo cittadino a dare il buon esempio....ma nel 2011 a Nocera ci sono le elezioni). La nostra redazione è tornata a Nocera due mesi fa per vedere come andavano le cose sopo 12 anni di attesa, liti e cambi per la gestione della Umi1. E ricordo che stiamo parlando dell'area più grande riguardante solo il centro. Cosa è venuto fuori?? I COMMERCIANTI HANNO PREFERITO PRENDERSI UNO SPAZIO QUANDO VENNE COSTRUITO IL CENTRO COMMERCIALE FUORI DEL CENTRO, gli abitanti storici (gli anziani) alcuni non ci sono più e altri hanno avuto una casa temporanea in questi anni in attesa che venisse ultimata la propria; nel frattempo gli stranieri cercano casa nel centro per fare investimenti..E Lamministrazione comunale punta sulla formula dell'albergo diffuso per rilanciare il turismo a Nocera. Di quello viveva e di quello dovrebbe tornare a vivere insomma. Purtroppo la storia della Umi1 è molto lunga ed articolata. L'allora assessore regionale Riommi (che in quegli anni aveva la delega alla Ricostruzione) ce l'ha spiegata in un'ora e mezzo. 12 anni in un'ora e mezzo. Sinceramente abbiamo preferito mettere il ditino nella piaga, un anno fa, con ironia. La pazzia ce l'aveva già messo qualcuno altro lasciando tutto così com'è. Abbiamo preferito invece non essere troppo ironici a Valtopina, Verchiano etc dove LA GENTE VIVE ANCORA NEI CONTAINER a differenza di Nocera. ma questa è ancora un'altra storia. Saluti Serena Zullo